Piana M.Verna. Slow food si fa in quattro per l’olio con ‘’a Marrachiglia’

marrachiglia-1slow-fooddLunedì 30 settembre, presso la chiesa di Santa Maria a Marciano, un evento per valorizzare il legame tra produzioni olivicole e ristorazione di qualita’: “Slow Food si fa in quattro per l’olio”.

Il 30 settembre alle ore 17 i fiduciari delle condotte Slow Food Matese, Volturno, Valle Telesina e Massico e Roccamonfina presenteranno alla stampa l’evento “’a Marrachiglia” che si svolgerà nel mese di novembre e che vuole creare un legame forte tra le produzioni olivicole locali e il mondo della ristorazione.

‘A Marrachiglia –spiegano gli organizzatori- indica le piccole quantità di olive, appartenenti a proprietari diversi, messe insieme per comporre una “macina”, unità di misura in uso in diverse regioni del Sud dell’Italia utilizzata per la stima del frutto pendente al fine di ricavarne la corrispondente quantità di olio.

La presentazione alla stampa dell’evento si svolgerà nella chiesa di Santa Maria a Marciano a Piana di Monteverna (CE) alle ore 17.00 ed è organizzata in collaborazione con la Proloco Pianese.

Alla presentazione interverranno quattro chef, uno per ciascuno dei territori coinvolti nell’evento, che avranno modo di  illustrare il ruolo dell’olio extravergine d’oliva nella preparazione dei loro piatti.

Interverranno alla presentazione il Prof. Raffaele Sacchi dell’Università Federico II, studioso dell’olio nonché grande comunicatore della gastronomia e dell’uso sapiente degli oli e il presidente di Slow Food Campania Gaetano Pascale.

Al termine dell’evento un buffet e la degustazione degli otto olii selezionati per l’evento in abbinamento i pani e i prodotti da forno dei territori coinvolti nell’evento.

La dottoressa Angela D’Agostino guiderà gli intervenuti in una breve visita della chiesa trecentesca che ospita la conferenza.

(Comunicato Stampa elaborato)

 

Faranno seguito gli interventi di due profondi conoscitori delle produzioni olivicole in Campania, Raffaele Sacchi, professore di scienze e tecnologie alimentari presso l’Università Federico II, studioso ed esperto delle cultivar campane e degli oli da esse ottenuti, e Gaetano Pascale, presidente di Slow Food Campania, agronomo e curatore della Guida agli Extravergini per Slow Food Editore.

Al termine dell’evento un buffet con i prodotti da forno e gli oli, offerto dalle Condotte Slow Food Matese, Massico e Roccamonfina, Valle Telesina e Volturno. A conclusione della presentazione Angela D’Agostino della Pro Loco Pianese, guiderà gli intervenuti in una breve visita della chiesa trecentesca di Santa Maria a Marciano.

di TeleradioNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.