Caiazzo. Via Latina: fogne dissestate, ma chi se ne frega?

Via-Latina-15x10-Fogna-34Via-Latina-15x10-Fogna-33Chissà se davvero la logica è quella origliata dal nostro lettore mentre usciva dal “palazzo di Città” dove, per l’ennesima volta, si era recato per segnalare un guasto alla rete fognaria lungo via Latina o peggio un lavoro fatto male e per il quale, di conseguenza, si imporrebbe un nuovo intervento tecnico.

Condizionale d’obbligo perché almeno finora nessuno sembra essersi fregato delle varie segnalazioni, si vocifera perché è un lavoro di poco conto, che non prevede progettazioni e quindi prebende, anche appannaggio dei dipendenti comunali tenuti ad occuparsene.

Eppure è una situazione di pericolo che, secondo i lettori che hanno segnalato il problema, la stessa polizia municipale dovrebbe attivarsi per rimuovere, prima che altri automobilisti subiscano danni per i quali sarebbero inevitabili citazioni e richieste di risarcimento proprio al Comune.

Neanche il sindaco, che pure ricopre la carica di locale autorità di pubblica sicurezza, ritiene di attivarsi per rimuovere il pericolo, consistente in un chiusino sprofondato (perché non ben sistemato – dicono) e un blocco di pietra staccatosi per conseguenza o, peggio, all’epoca solo appoggiato?

Vero è che “de minimis praetor non curat” tuttavia, i lettori hanno ritenuto di rivolgersi alla redazione poiché, nonostante le rassicurazioni, nessuno finora si è preoccupato di far sistemare il tratto viario, per cui preannunciamo ai preposti che, qualora la soluzione non fosse tempestiva, installeremo su questo sito web un “contagiorni” per verificare effettivamente quanto tempo dovrà passare prima che chi di dovere si decida ad alzare le chiappe dalla fin troppo comoda poltrona occupata al palazzo, peraltro a nostre spese.

di TeleradioNews

Mondragone. Furibonda rissa aggravata a Marechiaro: arrestati 3 pregiudicati

carabinieri-15x8-disabile1I Carabinieri della locale stazione, unitamente a quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia, hanno arrestato In Mondragone, piazza Marechiaro, i pregiudicati Brandi Alessandro, classe 1993, Mele Carmine, classe 1976 e Galluccio Giuseppe, classe 1992, tutti del luogo, responsabili del reato di rissa aggravata.

Nella circostanza, i tre hanno preso parte ad una violenta rissa scaturita tra loro per motivi in corso di accertamento, procurandosi lesioni personali ed interrotta solamente a seguito dell’incisivo intervento dei militari dell’Arma.

I Carabinieri intervenuti, dopo aver sedato la rissa hanno provveduto a far soccorrere i facinorosi, rispettivamente il Galluccio è stato trasportato presso la clinica “Pineta Grande” di Castel Volturno, ove è stato ricoverato in prognosi riservata, non in pericolo di vita, per “ferita da taglio regione toracica”, il Mele ha riportato, invece, una “ferita lacero contusa nella regione occipitale sinistra”, guaribile in giorni cinque, e il Brandi Alessandro è stato sottoposto ad intervento chirurgico per “ ferita da taglio alla coscia sinistra”, dimesso e giudicato guaribile in giorni dieci.

Tutti gli arrestati, ad eccezione del Galluccio, che viene piantonato dai Carabinieri presso la citata struttura ospedaliera, sono stati associati presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere (ce).

di TeleradioNews