Lettera aperta di un genitore deluso a un preside… che capirà

esami-scolarescaPubblichiamo come ricevuto (dal casertano), senza alcun riferimento all’istituto scolastico in questione, e ovviamente tutelando le generalità del mittente, nella convinzione che il dirigente interessato comprenderà…

Egr. Preside, come genitore mi ritengo offeso da quello che è stato il risultato finale degli esami di stato, presso i suoi Istituti.

Non sarò di certo io a rimproverarla per il suo ”comportamento”, ma non posso, allo stesso tempo, farlo passare inosservato!

Lei è stato il Preside del cambiamento, durante questi anni ha notevolmente cambiato l’andamento, sia didattico che istituzionale, dei suoi Istituti.

Dopo l’esito di questi esami, però, beh… temo che dovrò ricredermi: lei non è che come tanti Presidi, suoi precedessori: ” …parla bene, ma razzola male”.

Come è potuto essere così ‘immorale’ nei confronti di tutti quei ragazzi che per cinque lunghi anni hanno dedicato il loro tempo allo studio, avendo massima fiducia in lei, nei suoi docenti… tutti quei ragazzi che hanno concluso ogni anno scolastico con ottimi risultati?!

Nei precedenti anni già qualcosa non era andato, ma nessuno ne ha fatto parola,

il problema non vuol dire che non sia stato considerato da genitori delusi.

Il boom è stato raggiunto quest’anno e diciamo che sono molti i ragazzi che hanno notato nella sua presidenza un via-vai di professoresse molto ”attratte” da lei e… da altri docenti.

Poi il finale agli esami.. ragazzi che neanche dovevano essere ammessi, si sono ritrovati alla fine a ”svolgere” un eccellente esame, visto il voto finale!?!

Se si considerano anche i risultati degli anni precedenti, il loro andamento didattico a mala pena raggiungeva la sufficienza.

La mia delusione è nel suo scendere a compromessi… o più… con una docente…  che non ha avuto scrupolo alcuno di dimostrarsi ”disponibile” pur di far avere il massimo dei voti, sia per la figlia (che tutti sanno sia stata non molto ”studiosa”) sia per altri ragazzi, tra cui qualcuno in modo particolare che era tra quelli da non ammettere addirittura.

Per questo ora le chiedo: ” Cosa dovrei rispondere a mio figlio che, dedito allo studio per anni, si ritrova ad essere ”paragonato” ad un raccomandato?

E’ questa la scuola di oggi? Sono questi i ragazzi che faranno il futuro? 

Spero si faccia un grande esame di coscienza affinchè non ci siano più di queste scorrettezze…

La saluto (poco) ”cordialmente”.

(Un genitore deluso)

di TeleradioNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.