Pompei, scavi: scippata anziana turista americana

GNA - (intranet) area teatri scavi di pompeiUna coppia di anziani turisti americani è stata scippata all’interno degli scavi. Erano da poco trascorse le due, quando i due visitatori, 75 anni lei e 78 anni lui, si erano fermati nell’area del Teatro Piccolo, nel punto esatto in cui lo scorso 12 luglio si è verificato l’ultimo crollo.

Lo scippatore si è avvicinato alla donna e, con rapidità, le ha strappato il marsupio legato in vita. Poi è scappato via come un razzo, tanto che la signora, sotto choc per l’accaduto, non è riuscita a vedere la direzione verso la quale si è dileguato. Neanche il marito è riuscito a vedere la via di fuga, in quanto era più preoccupato a reggere la signora che, strattonata con furia, ha rischiato di perdere l’equilibrio. Nel marsupio c’erano i due telefonini della coppia e una macchina digitale di valore. Spaventati e increduli, perché mai avevano pensato di poter essere in pericolo nell’area archeologica, si sono precipitati verso l’uscita più vicina, quella di piazza Esedra. Lì sono stati assistiti dagli addetti alla biglietteria, nell’attesa che arrivassero le forze dell’ordine per verbalizzare la denuncia. Stando alla descrizione della turista americana scippata, il malvivente che le ha strappato il marsupio era giovanissimo, di un’età compresa tra i 16 e i 18 anni.

L’aggressore indossava un cappellino scuro con la visiera calata sugli occhi e una t-shirt anch’essa di colore scuro. Il giovane probabilmente avrà agito in compagnia di un complice che gli faceva da palo. Lo scippatore sarà entrato da uno degli ingressi dell’area archeologica acquistando un biglietto. Se minorenne è, addirittura, entrato con il biglietto omaggio. I due americani sono arrivati a Pompei con un gruppo di croceristi. La loro nave, attraccata al porto di Sorrento, è ripartita ieri sera. I carabinieri hanno già acquisto le immagini registrate dalle telecamere della sala regia, con la speranza che gli occhi telematici abbiano immortalato lo scippo. Cosa alquanto difficile, poiché non c’è una telecamera puntata sull’area dove si è consumato il reato.

Con un pizzico di fortuna, forse, si potrebbe individuare l’immagine di un ragazzo che corre a gran velocità via dalla zona dei teatri, nell’orario esatto in cui è avvenuto lo scippo. Un evento criminale senza precedenti. È la prima volta, infatti, che la città archeologica si presta ad essere scenario di un reato predatorio. In alcuni casi, pochissimi, i turisti hanno denunciato ai custodi di non trovare più il portafoglio, rimanendo, comunque, nel dubbio di averlo perso nel corso dell’affascinante tour archeologico. L’antica Pompei, anche se archeologica, ha comunque la conformazione urbanistica di una città reale. Ha strade, case e, soprattutto, ha i «cittadini».

Ottomila persone, ieri, camminavano per le strade della Pompei di duemila anni fa. E per ironia della sorte lo scippo è avvenuto proprio nella zona in cui, soltanto ventiquattr’ore prima, c’erano i ministri Bray e Trigilia e decine di uomini e donne delle forze dell’ordine.

(Fonte & Aggiornamenti: http://www.leggo.it/index.php?p=articolo&id=308236 – via POMPEI, ANZIANA TURISTA AMERICANA ​SCIPPATA ALL’INTERNO DEGLI SCAVI)

di TeleradioNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.