Caiazzo. Morto Costantino Giannelli, memoria storica caiatina

Giannelli-15x7_CostantinoLa comunità caiatina ha recepito con profondo cordoglio la scomparsa di Costantino Giannelli, ex dipendente comunale ed ancor prima ‘barbiere’ con negozio lungo l’antico decumano.

Da alcuni anni ormai il compianto avvertiva il peso degli anni incedenti, forse ancor più in seguito al collocamento a riposo obbligatorio per sopraggiunti limiti di età perché, se fosse stato per lui, il nostro non avrebbe mai lasciato il lavoro, tanto era ligio e rispettoso, perfino di un ragazzino.

Un altro suo cruccio è stato quello di non aver potuto vedere meglio sistemata la tomba di suor Maria Serafina Gargiulo, della quale era devotissimo, che purtroppo tuttora versa in uno stato di profondo abbandono e degrado in una chiesa mai più aperta da decenni, se non… dai soliti ignoti, che hanno arraffato di tutto, e dai muratori, quando invasa dai liquami della sottostante condotta fognaria… e la tomba della venerata suora è adagiata proprio a livello del pavimento! una situazione che certo non fa onore alle autorità ecclesiastiche!

Un vero uomo di altri tempi, memoria storica caiatina i particolare del triste periodo post bellico, quando dal barbiere ci si tratteneva anche per ore, magari perché era l’unico posto ove ripararsi dalle intemperie, estive o invernali, e soprattutto perché, secondo consolidata tradizione dell’epoca, dal barbiere si poteva sapere tutto… e forse pure il contrario di tutto.

Ma Costantino Giannelli, per gli amici (cioè per tutti) Nino, non amava verto ‘inciuciare’ ovvero mettere il naso nelle altrui faccende, col carattere schivo e riservato che si ritrovava; forse anche per questo, allorché, negli anni sessanta, ebbe l’opportunità, chiuse il salone per prendere servizio al Comune, dove da tutti è stato sempre stimato, tanto che ancora oggi molti ne ricordano l’educazione, il rispetto, la cortesia.

Quelle stesse doti trasmesse, insieme all’adorata consorte Gaetana, ai figli, insegnanti Rita e Stefano, ed ai familiari tutti, ai quali, nel triste frangente, va il cordoglio della redazione.

di TeleradioNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.