Massimo DI Cataldo indagato per procurato aborto

Il cantante Massimo Di Cataldo è indagato per i reati di maltrattamenti e procurato aborto. L’uomo era stato accusato dalla ex compagna Anna Laura Millacci di averla aggredita il 18 ottobre dello scorso anno e a causa delle percosse di aver perso il bambino. La donna aveva postato la storia sul profilo Facebook pubblicando anche alcune foto con il suo volto insanguinato. La procura ha proceduto d’ufficio e, in base a quanto si apprende, avrebbe acquisito documentazione medica della donna che attesta l’avvenuto aborto.

DAL PM

Questo pomeriggio stati interrogati in Questura a Roma il cantante Massimo Di Cataldo e la sua ex compagna Anna Laura Millacci. I due sono stati ascoltati separatamente dal pubblico ministero Eugenio Albamonte in merito alla vicenda delle presunta aggressione compiuta dall’artista ai danni della donna. I due avrebbero fornito versioni diametralmente opposte rispetto a quanto avvenuto nell’ottobre dello scorso anno quando, a cause delle percosse, la donna afferma di avere abortito. In base a quanto accertato dagli inquirenti, testimone di quanto avveniva tra i due è la baby sitter della figlia della coppia, che verrà sentita presto da chi indaga.

“IRASCIBILE PER POCO”

«Dopo le botte, persi il bimbo: lui è un tipo irascibile, che scatta per un nonnulla fino ad arrivare alle mani. A volte per motivi di gelosia, altre per questioni intime o familiari». È quanto ha riferito Anna Laura Millacci agli investigatori, in merito al suo rapporto con l’ex compagno Massimo Di Cataldo, accusato da lei di averla picchiata e per questo fatta abortire. La donna sostiene che l’episodio in questione si è verificato in un appartamento a Roma 20 giorni fa, ha confermato quanto scritto su Facebook, e di avere a disposizione i referti medici.

LA DENUNCIA

Sono foto choc quelle che posta su Facebook la ex fidanzata di Massimo Di Cataldo, Anna Laura Millacci.La didascalia che le accompagna dice: «Queste foto che ho postato sono di venti giorni fa. Ho pensato a lungo se farlo o meno. Ma credo nella dignità e nel rispetto delle donne. Ci sono donne che ogni giorno subiscono violenze e continuano a perdonare. Io il signor di Cataldo, faccia d’angelo e aspetto da bravo ragazzo l’ho perdonato tante volte. Anche quando ero incinta mi ha picchiata e rosalia é un miracolo sia nata. Questa volta le botte me le ha date al punto da farmi abortire il figlio che portavo in grembo. Io non ho un carattere facile e le liti possono accadere. Ma mai nessun uomo potrà mai più farmi questo a me e alla vita. E spero che questo outing e sputtanamento punblico sia utile a tutte quelle donne che subiscono uomini che sembrano angeli e poi ci riducono così . Continuando la loro vita sorridenti e divertiti ..come se nulla fosse accaduto. Di Cataldo se proprio devi continuare a fare musica..,se hai un po’ di dignità non nominare mai più le donne. Perché le hai sempre e solo menate. Proteggiamo i nostri figli dalla violenza e non facciamoci ingannare dalle canzoni romantiche. È questo lo sa bene pure la tua ex moglie Jorgelina».

(Fonte & Aggiornamenti: http://www.leggo.it/index.php?p=articolo&id=307296 – via MASSIMO DI CATALDO INDAGATO PER PROCURATO ABORTO. LA MILLACCI: “DOPO LE BOTTE PERSI IL BIMBO”. ENTRAMBI DAL PM)

di TeleradioNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.