Caserta. Gio’ escovi & Antonio Onorato Ensemble

Gio-Vescovi+onorato+ensembleVenerdì 24 maggio dalle ore 21.30 @ Sud Etnic Hall: “Don’t Look Back”, serata evento con la Gio’ Vescovi Blues Band: Giò Vescovi (lead vocal & harp), Luciano “lucky” Pesce (piano), Agostino Santoro (percussion), Alessandro Gosta (upright bass), Mario Sagliocchi (acoustic & electric guitar), Luciano De Fortuna (drum).

Ospite della serata Antonio Onorato, che si presenta come jazz & blues performing.

Il concerto prevede l’esecuzione di brani del primo lavoro di Giò Vescovi “COME DENTRO UN BLUES” e un’anteprima del nuovo CD in uscita il prossimo autunno “DON’T LOOK BACK”, tutti conditi dagli interventi musicali di Antonio Onorato.

(Per ulteriori ragguagli: http://www.facebook.com/events/493187400747083/ – SUD ETNIC HALL – Info line e prenotazioni 338.9178790 – via Galatina 138-140, Caserta – frazione San Clemente

 Antonio Onorato

Chitarrista jazz, Antonio Onorato ha una carriera artistica ventennale di grande rilievo nel mondo Jazz, uno dei pochi artisti italiani ad aver suonato al Blue Note, il tempio del jazz a New York. La sua esperienza musicale non si ferma al mondo jazz, ma lo vede anche affacciarsi alla world music, alla musica afro-americana, medio-orientale e brasiliana. Le sue collaborazioni artistiche prevedono nomi come il chitarrista brasiliano Toninho Horta, e il jazzista italiano Franco Cerri. Antonio Onorato nel corso del 2012 e 2013 è stato anche ospite nei concerti di Pino Daniele. Non si contano le partecipazioni ai grandi festival Jazz accanto ad artisti come John Scofield, Jan Garbarek, Charlie Haden, Steve Grossman, John Mclaughlin, Pat Metheny, Tito Puente, Toots Thielemans, Tuck & Patty, Gary Burton, George Benson. 20 sono i CD prodotti in questi anni e numerose anche le colonne sonore per il cinema e la televisione. Ricordiamo che Antonio Onorato è l’unico musicista a utilizzare la Breath Guitar, una chitarra che attraverso il fiato è controllata in intensità e dinamica. Da anni, Antonio Onorato è legato con Giò Vescovi da una sincera e rispettosa amicizia, ed in più di ogni occasione si sono ritrovati insieme dividendo il palco. Nel 2008 alla presentazione del primo lavoro di Giò Vescovi “COME DENTRO UN BLUES”, poi “CASERTA JAZZ & BLUES 2011”, e “ENSAMBLE FOR UNICEF 2012”

Giò Vescovi

 In attività da decenni, Giò Vescovi, ha condiviso il palco con artisti del calibro come: Paul Young, Sherrita Duran, Tony Coleman, Nick Becattini, Ernesto Vitolo, Enzo Gragnaniello, Tony Cercola, Shemekia Copeland, John Lee Hooker jr, Joe Amoruso, Tony Esposito e tanti altri. Le sue esibizioni hanno calcato importanti location: Sparanise Blues Festival, Melizzano in Blues, Blues Festival Città di Palermo, Macchia Blues, Aventino in Blues, Pignola Blues Festival, Molinara Folk & Blues Festival, Festival Pub Italia 2008-2009-2010, Green Hills Blues Festival, Baia Domizia Blues Festival 2008, Dedalo Festival, Blues in Town International Festival. Nell’ aprile 2008, viene pubblicato il suo lavoro di blues in italiano “COME DENTRO UN BLUES”, ed è prossimo il nuovo album “DON’T LOOK BACK”. Da qualche anno si dedica all’organizzazione di seminari di cultura Blues e d’intorni nelle scuole e nei caffè letterari del centro-sud, con temi di varia natura tra i quali: ”IPOTESI SULLE ORIGINI STORICHE, POLITICHE E GEOGRAFICHE DEL BLUES. ANALOGIA CON LA CULTURA MUSICALE DELL’ EUROPA DI FINE 800” e “MAGICAL MYSTERY TOUR. 50ANNI DI BEATLES”, collaborando alle attività culturali del Comune di Caserta.

I musicisti che formano la blues band sono di notevole esperienza nazionale. Luciano “lucky” Pesce, uno dei più anziani della band (quasi un decennio), eclettico e virtuoso del piano è tra i personaggi di spicco della Campania ed oltre. Agostino Santoro, percussionista, icona musicale della Caserta sin dagli anni 60, circuita con Fausto Mesolella (Avion Travel) e Bobby Solo. Mario Sagliocchi, insegnante di chitarra, l’unico fuori provincia e anche lui fra gli anziani della band, costituisce la spina portante del gruppo. Luciano De Fortuna, figlio d’arte, che con la sua capacità di ritmica, elegante e presente, finalizza con gusto raro, il “groove” di tutta la band. Alessandro Costa, all’Upright Bass, mette a disposizione del gruppo la sua esperienza internazionale con gruppi swing, boogie e rockabilly: “Carusone Swing Band” e “Swinging Cappuccino”.

 

di TeleradioNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.