Ascoli. Beve birra e si accascia: 27enne muore nel pub con l’amica

Poli-Andrea-sorella Potrebbe essere stata un’emorragia cerebrale, forse causata da un aneurisma, a provocare la morte improvvisa di Andrea Poli, lo studente ascolano di 27 anni che l’altra sera si è accasciato all’improvviso mentre stava bevendo una birra nel pub All Beers di viale della Croce Rossa.

La salma, all’obitorio del San Salvatore, è stata messa a disposizione dell’autorità giudiziaria (pm Antonietta Picardi). Già oggi potrebbe essere disposta l’autopsia. I carabinieri continuano a propendere per l’ipotesi del malore. La tragedia ha destato grande commozione in città, soprattutto nel mondo giovanile e studentesco. D’altronde sembrava una serata tranquilla come tante altre: Andrea aveva trascorso il pomeriggio facendo la spesa, poi aveva cenato con un pizza e, come faceva quasi ogni settimana, aveva scelto All Beers per una birra in compagnia di un’amica. Il tempo di sedersi, ordinarla, sorseggiarla e la tragedia si è consumata. Un tonfo sordo, la testa che piomba di peso sul boccale, che si rompe. Un rumore consueto, nel pub. Solo che, a differenza di sempre, stavolta viene seguito da una concitata richiesta di aiuto. Andrea è riverso sul tavolo, è chiaro che sta malissimo. Si precipitano subito intorno a lui, c’è chi gli alza le gambe, chi tenta di rianimarlo. Inutilmente. La disperazione è palpabile. Come si può morire così, a 27 anni, in un pub? La sua amica è sotto choc, così come gli altri ragazzi nel locale. Qualcuno azzarda: negli ultimi giorni Andrea aveva forti mal di testa, anche qualche giramento. Una banalità che solo ora assume un significato agghiacciante. Lorella, la titolare di All Beers, affida a Facebook la sua angoscia: «Sembrava una serata come tante altre… non sapevamo che si sarebbe trasformata in tragedia. Andrea, sei entrato in birreria sorridente, come sempre, insieme alla tua amica con la quale ultimamente venivi a farti la tua birretta tranquilla, per parlare e scherzare con lei o con gli altri amici… Un malore improvviso e più niente…Dio solo sa quanto abbiamo pregato per te…non è giusto». Andrea aveva conseguito la laurea triennale in ingegneria chimica all’Aquila e stava frequentando la specialistica; avrebbe fatto gli esami e intrapreso il tirocinio. Un sogno spezzato troppo presto tra l’incredulità dei familiari: «Mio fratello stava bene, non aveva alcun tipo di problema di salute, men che meno grave. Proprio non riusciamo a capire come possa essere successo» ha detto con voce rotta dall’emozione Ilaria, la sorella dello sfortunato Andrea.

(Fonte & Aggiornamenti: http://www.leggo.it/index.php?p=articolo&id=283105 – via BEVE UNA BIRRA CON UN’AMICA E HA UN MALORE. STUDENTE VENTISETTENNE MUORE AL PUB)

di TeleradioNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.