Macerata di Caserta. Modella aggredita, parla la madre: ‘la picchiò anche a un concorso di bellezza’

Aprea-15x10.5-Rosaria+Miss«Una cosa è certa, quello non lo dovrà vedere mai più. Io lo sapevo che non meritava una ragazza come lei, ma come si fa a dissuadere una figlia innamorata della persona sbagliata?».

Carla Alberta Di Nardo, 42 anni la mamma di Rosaria, è all’esterno della chirurgia d’urgenza dell’Ospedale di Caserta, al primo piano che ospita il Trauma Center.

Con lei gli altri figli, ne ha avuti in tutto quattro, due dal primo marito deceduto e due piccoli da quello attuale, ossia Marcellino Tuosto di 49 anni.

Ci sono anche alcune amiche di Rosaria, rispondono al cellulare e forniscono notizie sulle condizioni della ragazza.

Come sta Rosaria?

«L’ho vista per pochi minuti dopo il primo intervento nella notte. Poi stamattina (lunedì,ndr.) alle 9,30 di nuovo in sala operatoria, fino alle 14.

C’è da impazzire a stare qui fuori. Ma i medici dicono che per ora non deve vedere nessuno.

Le hanno asportato la milza, poi sono intervenuti per bloccare un’emorragia.

Appena starà meglio le faranno una Tac per verificare se ci sono altre lesioni degli organi interni. Prego di no. Sta già soffrendo tanto».

Ma lei sapeva che Antonio Caliendo la picchiava?

«Litigavano spesso, lui era violento, Rosaria e il bambino molto spesso stavano con me.

Magari lei non mi diceva tutte le volte che lui l’aggrediva.

In passato lui era già stato denunciato un’altra volta per averla picchiata.

A Pesaro, nel 2011, quando Rosaria partecipava al concorso di bellezza Miss Yacht Club Pesaro, titolo che aveva vinto l’anno precedente.

Lei è bellissima, è dolcissima.

Lui si precipitò a Pesaro e anche in quell’occasione la mandò in ospedale.

Chissà quante altre volte lo ha fatto e lei non me lo ha detto».

Ma cosa faceva esplodere la sua violenza?

«Pretese assurde, era geloso senza alcun motivo, oltre ogni ragione, voleva che fosse chiusa in casa e non uscisse, faceva scenate per ogni sciocchezza.

Ma lei ne era innamorata.

Proprio domenica scorsa le amiche le avevano di nuovo suggerito di rompere, di non vederlo più, e invece lei non ci riusciva.

Non ce la faceva proprio, sperava che le cose potessero aggiustarsi».

Era accaduto qualcosa di recente, c’erano state discussioni violente?

«Non lo so. Rosaria ama la carriera artistica ma è una ragazza pulita.

L’avevano chiamata per partecipare ad un’altra manifestazione e lei era contentissima.

Non so se è per questo che l’ha ridotta così».

Ma dove è avvenuta questa terribile violenza, sa come sono andate le cose?

«Non so bene cosa sia accaduto quando era con lui.

Ma poi, verso le 21, Rosaria è venuta da me a chiedermi aiuto, stava malissimo.

Mi ha detto che lui l’aveva picchiata, che era stata presa a calci con violenza.

Ma io avevo già capito tutto, prima ancora che dicesse una parola.

L’ho soccorsa, mio figlio l’ha accompagnata in ospedale, poi è venuta la polizia ed ho raccontato tutto a loro».

Cosa le dirà quando potrà riabbracciarla?

«Che le voglio tanto bene, le vogliamo bene tutti e non deve preoccuparsi di nulla.

Spero di vederla al più presto.

I medici mi dicono che ora non deve vedere nessuno, è per la sua salute.

E io voglio che stia bene. Prego tanto che si salvi e che stia presto bene».

Non si allontana dalla porta della chirurgia d’urgenza Carla Alberta, anche quando parla con i cronisti non nascondendo una certa meraviglia:

«Ma perchè i giornalisti, la televisione?».

Purtroppo la violenza sulle donne è crimine molto diffuso c’è molta attenzione…

«Si ha ragione ora è toccato a mia figlia e non deve più accadere non deve accadere a nessuna donna per nessuna ragione».

È cortese la mamma di Rosaria ma determinata quando lascia comprendere che la chiacchierata è terminata.

Com’è comprensibile, il suo pensiero è altrove.

Non nomina mai apertamente Antonio Caliendo, arrestato dalla polizia con l’accusa di tentato omicidio nei confronti di sua figlia, il riferimento a «lui» è solo per ribadire che non dovrà mai più vederla, mai più accostarsi alla ragazza.

(Claudio Coluzzi – Fonte & Aggiornamenti: http://www.leggo.it/index.php?p=articolo&id=279407 – via LA MAMMA: “LUI È UN VIOLENTO, LA PICCHIÒ ANCHE AL CONCORSO DI BELLEZZA”)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.