Primo Maggio: quando era la festa dei lavoratori!

Era la festa del lavoro, o dei lavoratori, nelle due accezioni fornite per far scegliere ad ognuno quale meglio preferisse. Era l’Italia industriale, quella che veniva dritta dritta dal boom economico degli anni ’50. Poi venne l’Italia delle lotte, gli anni ’60, fino al buio del terrorismo, gli anni ’70 e poi di filato nel decennio dell’inutile, gli anni anni ’80, e quindi ad inforcare il tremendo ventennio di fine secolo fatto di aspri e dolorosi cambiamenti sconquassanti quanto inconcludenti. Quindi il nuovo millennio finora trascorso in costante trend discendente che ci ha fatto sprofondare nella crisi economica e sociale più nera dal lontano 1929. E il lavoro? Ecco, il lavoro nel mentre è diventato un optional, i diritti dei lavoratori qualcosa da immolare sull’altare del progresso tecnologico e della globalizzazione. Non parliamo dei diritti di quelli che un lavoro non ce l’hanno più o non ce l’hanno ancora verso i quali il trattamento diventa affidato a schiere di maghi e chiromanti nella speranza che possano operare una magia prestidigitativa che ci lasci a bocca aperta e risolva d’emblée il problema. La tristezza è l’unico sentimento che possa trapassare l’animo in questo momento ma attenzione che si fa strada, sempre più, anche un’altro sentimento: quello del cinismo ad ogni costo che ha fatto diventare questo giorno per tanti italiani e soprattutto giovani o come il giorno del ‘Concertone’ o come quello per commemorare i defunti per colpa della crisi portando ad una sorta di negazionismo non dolo celebrativo ma sostanziale e di avversione verso una di quelle poche giornate che dovrebbe servire per evitare di abbandonarsi ad una visione del presente che guarda al passato senza considerarlo suo e al futuro senza speranze di miglioramento. Un uomo/donna senza lavoro non è nulla, un uomo/donna che non possa ambire al lavoro e che non possa pensare ad esso come mezzo di realizzazione personale oltre che come mezzo di sostentamento è già un essere umano morto anche se può ancora camminare e respirare.

 Fonte & Aggiornamenti: http://www.mxpress.eu/?p=24146 – via ‘ERA DE MAGGIO’ (IL PRIMO MAGGIO) | Mediaxpress 

di TeleradioNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.